Obbligo di Green Pass a scuola: il giudice amministrativo respinge la richiesta di sospensione

IUS LAB APULIA

Il Presidente del T.A.R. Lazio, con decreto cautelare ante causam del 24 agosto 2021 n. 4450, ha respinto la richiesta di sospensione, presentata da un’associazione e da alcuni docenti di scuola secondaria pubblica, della nota del Ministero dell’Istruzione del 13 agosto 2021 avente ad oggetto “Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti”.

Per il giudice amministrativo l’interesse dei ricorrenti “è volto ad evitare le verifiche ed i controlli in ordine al possesso della certificazione verde COVID-19 richiesto ai fini dello svolgimento della erogazione del servizio di istruzione in presenza, in mancanza peraltro di qualsivoglia atto concretamente attuativo delle contestate previsioni”.

Inoltre, il decreto presidenziale, nel rimarcare che la nota ministeriale è meramente ricognitiva “di una disciplina avente fonte in un atto di normazione primaria”, ha rilevato che i ricorrenti non hanno in alcun modo specificato quale sarebbero in concreto le conseguenze e i pregiudizi irreversibili che gli stessi subirebbero, tali da giustificare la tutela ante causam che riveste carattere eccezionale.

Infine, proprio perché gli obblighi oggetto di contestazione da parte dei ricorrenti sono contenuti in un atto di normazione primaria (d.lg. n. 111/2021), nessuna utilità deriverebbe ai ricorrenti dall’accoglimento della richiesta cautelare in quanto continuerebbero ad essere vigenti pur in caso di sospensione della predetta nota ministeriale.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pin It on Pinterest

Share This